Come arrivare a Cosenza?



 

Si tratta di una delle province più popolate d'Italia e l'ottava per estensione. Con le sue 367 miglia di costa, la Provincia di Cosenza occupa il 44,1% della superficie della Calabria, in sostanza, l'intera parte centrale e settentrionale della regione.

Il paesaggio singolare della Calabria è caratterizzato da montagne e colline. Si va dalla costa ionica a est fino alle coste tirreniche in Occidente, dal massiccio del Pollino, nel nord all'altopiano della Sila Grande. Ci sono anche pianure, come quella di Sibari, e grandi valli, come per esempio in Crati. Zone collinari scendono fino al nord e ad est della Sila Greca. Il tutto è caratterizzato da una grande varietà, anche da costa a costa e su ogni massiccio. Il visitatore rimane disorientato e affascinato allo stesso tempo.

La Provincia ospita otto comunità montane: Greca/Destra Crati, Alto Ionio, Pollino, Alto Tirreno/Appennino Paolano, Savuto, delle Valli/Media Valle Crati, Silana e Media Valle Crati/Serre Cosentine.

Il territorio di Cosenza, come con il resto della Calabria, espone tracce di storia, a cominciare dal periodo preistorico. Sulla costa sono presenti siti neolitici che attestano la presenza umana. I flussi d'acqua sono stati importanti itinerari di viaggio a partire dalla Magna Grecia e civiltà romana. Nel Medioevo, questa terra fu conquistata dai Bizantini, che hanno portato benefici per l'economia del territorio con l'introduzione di nuove tecniche agricole, la produzione culturale, e la promozione dell'aggregazione sociale. I risultati sono ancora oggi evidenti nell'architettura elegante e raffinata, così come quelli dei Normanni, gli Angioini, gli Aragonesi e gli Spagnoli, che hanno lasciato il loro segno nei secoli successivi

Mappa di Cosenza





Cosa visitare a Cosenza


Cosenza, conosciuta come la città dei Bruzi, è una delle più antiche città della Calabria ed è situata su sette colli nella valle del Crati, dove si incontra il fiume Busento. Grazie al suo passato culturale, è conosciuta come l'Atene d'Italia; Oggi ospita il più grande campus universitario nella nazione.

La città vecchia è caratterizzata da viuzze strette e ripide e, negli ultimi anni sta vivendo una rinnovata vitalità. Il centro storico è uno dei più belli e antichi d'Italia, per i suoi edifici monumentali, case padronali, piani urbanistici, e labirinti di strade, vecchi edifici e chiese.

Le attività culturali della città sono ben sviluppate, grazie anche ad eventi teatrali tenuti in luoghi come il tradizionale Teatro A. Rendano, lo storico Cinemateatro Italia e il Teatro Stabile d'Innovazione della Calabria. L'Accademia Cosentina, così, promuove la cultura, artisti e scienziati.

Il Museo Brettii aperto ufficialmente nel 15° secolo nel complesso monumentale di Sant'Agostino nel 2009 - rappresenta il cuore culturale della città. Inclusi sono il Museo della Rimembranze e la Bilotti Museo all'aria aperta .

Poi la Rocca Imperiale che si affaccia sul Mar Ionio e confina con la Basilicata. L'abitato è dominato da una fortezza, costruita da Federico II.

Rende è un antico insediamento romano tra i flussi di Emoli e Surdo, successivamente sviluppato nella valle del Crati; qui i Normanni costruirono il castello e le pareti circostanti. Corigliano Calabro risale al Medioevo, ed è dominata da un imponente castello. L'antico quartiere di Ognissanti sviluppato come una scala su una collina, caratterizzato da strade strette e suggestive.

A Rossano, il Museo Giorgio Amarelli di liquirizia e il Museo Diocesano di Arte Sacra meritano una visita, mentre a Praia a Mare il Museo Comunale espone opere di artisti contemporanei. Mormanno,  porta ancora le tracce dei suoi fondamenti lombardi, arroccati come un castello su un contrafforte roccioso.

La città di Cosenza è facilmente percorribile a piedi, qui si riportano i principali luoghi e monumenti da visitare:

- Museo all'aperto Bilotti (Mab)
- Cattedrale di Cosenza
- Centro Storico
- Castello Normanno-Svevo di Cosenza
- Galleria Nazionale di Palazzo Arnone
- Chiesa di San Domenico
- Museo dei Brettii e degli Enotri
- Lungo Fiume Boulevard
- MAM - Museo delle Arti e dei Mestieri
- Cattedrale di Santa Maria Assunta
- Teatro di tradizione Alfonso Rendano
- Museo Diocesano di Cosenza
- Chiesa e Convento di San Francesco di Paola
- Ara dei Fratelli Bandiera
- Museo Storico all'Aperto
- Museo Interattivo Di Archeologia Informatica
- Biblioteca Civica di Cosenza
- War Game Arena
- Complesso Monastico delle Cappuccinelle
- Museo Del Fumetto
- Bulldog Ale House - Birreria


Raggiungere Cosenza in treno


Le stazioni ferroviarie di Cosenza e Castiglione Cosentino (la stazione ferroviaria più vicina al campus universitario) sono ben collegate alla stazione ferroviaria principale di Paola (18 min.), che, a sua volta, è collegata a Roma e Milano da treni intercity ed Eurostar. Alcuni treni intercity inoltre collegano Roma a Cosenza e Castiglione Cosentino direttamente, senza la necessità di cambiare a Paola.

Per gli orari dei treni si prega di visitare il sito eeb: www.trenitalia.com


Raggiungere Cosenza in aereo


L'aerostazione più vicina è l'aeroporto di Lamezia Terme, chiamato anche Sant'Eufemia. Collegamenti giornalieri esistono da Milano (Linate) e Roma (Fiumicino) a Lamezia Terme. Questo aeroporto è a distanza di un'ora da Cosenza, e può essere raggiunto sia in taxi (con una spesa di circa 50 euro) che in autobus (con una spesa di circa 5 euro).


Raggiungere Cosenza in auto


Il più importante collegamento stradale di Cosenza è l'autostrada A3  Salerno-Reggio Calabria. Il centro si trova a meno di 1 Km dall'uscita "Cosenza Nord" sulla Salerno-Reggio Calabria. Uscendo dall'autostrada, vi consigliamo di prendere la strada per "Paola" e seguendo le indicazioni stradali per l'Università.


Raggiungere Cosenza via autobus


Ci sono collegamenti giornalieri, dal Lunedi al Sabato, da Roma (Stazione Tiburtina) a Cosenza (Stazione Autolinee), fatti da aziende private.




Potrebbe interessarti anche: