Come arrivare in Emilia Romagna?



Terra ospitale, terra "con l'anima", l'Emilia Romagna offre al visitatore luoghi tutti da scoprire, tesori d'arte rari, scorci inusuali. Se dunque avrai voglia di muoverti, troverai ciò che fa per te con l'obbiettivo di conoscere la gente, la natura, l'arte e lo spirito di questa terra.

La via Emilia, da cui ha preso il nome, costituisce l'asse di coordinamento dei suoi raggruppamenti umani. La regione è il risultato di una integrazione geografica per la configurazione morfologica, il clima, la vegetazione, i caratteri etnografici, sociali, culturali della popolazione. I territori di Forlì, Ravenna, parte del Bolognese (Imola) e, secondo taluni, il Ferrarese, costituiscono la subregione Romagna.


trasporti in Emilia Romagna




Raggiungere l' Emilia Romagna in auto


Il territorio regionale al momento è attraversato solo da autostrade statali. Nel 2004 la Regione si è però dotata di una norma che consente la realizzazione di autostrade regionali. La Regione ha programmato la realizzazione della prima autostrada regionale Cispadana, in particolare, il tratto dell´asse  Cispadano dal casello di Reggiolo - Rolo sulla A22 al casello di Ferrara sud sulla A13.

Di seguito l'elenco delle autostrade che attraversano la regione:
- L'Autostrada A1, Milano - Napoli (a Piacenza, Parma, Reggio nell'Emilia, Modena e Bologna);
- L'Autostrada A13, Padova - Bologna (più la diramazione Ferrara - Porto Garibaldi);
- L'Autostrada A14, Bologna - Taranto (più la diramazione per Ravenna);
- L'Autostrada A15, Parma - La Spezia;
- L'Autostrada A21, Torino- Piacenza - Brescia (più A21dir Diramazione Fiorenzuola d'Arda);
- L'Autostrada A22, Modena - Passo del Brennero.
- Raccordo autostradale RA1 - Tangenziale di Bologna

Di seguito le strade statali che attraversano la regione:
- Strada statale 3 bis Tiberina
- Strada statale 9 Via Emilia
- Strada statale 9 ter del Rabbi
- Strada statale 10 Padana Inferiore
- Strada statale 16 Adriatica
- Strada statale 45 di Val Trebbia
- Strada statale 62 della Cisa
- Strada statale 63 del Valico del Cerreto
- Strada statale 64 Porrettana
- Strada statale 65 della Futa
- Strada statale 67 Tosco Romagnola
- Strada statale 71 Umbro Casentinese Romagnola
- Strada statale 72 di San Marino
- Strada statale 253 San Vitale
- Strada statale 254 di Cervia
- Strada statale 255 di San Matteo della Decima
- Strada statale 258 Marecchia
- Strada statale 309 Romea
- Strada statale 343 Asolana
- Strada statale 358 di Castelnovo
- Strada statale 412 della Val Tidone
- Strada statale 413 Romana
- Strada statale 461 del Passo del Penice
- Strada statale 462 della Val d'Arda
- Strada statale 496 Virgiliana
- Strada statale 523 del Colle di Centocroci
- Strada statale 586 della Valle dell'Aveto
- Strada statale 587 di Cortemaggiore
- Strada statale 588 dei Due Ponti
- Strada statale 654 della Val di Nure

Raggiungere l' Emilia Romagna in Treno


Fiore all'occhiello della rete ferroviaria emiliano-romagnola e senza ombra di dubbio l'Alta velocità. L´Alta velocità è una grande infrastruttura che ha lo scopo di potenziare il sistema ferroviario italiano con la costruzione di nuove linee veloci in grado di aumentare l´offerta di mobilità sostenibile e di contribuire al riequilibrio modale dei sistemi di trasporto. Tali linee verranno dedicate al traffico passeggeri e merci sulle lunghe e medie percorrenze, consentendo una circolazione di treni pari quasi al doppio di quella attuale, mentre le linee già esistenti verranno dedicate al traffico locale e regionale dei passeggeri e delle merci.

La rete ferroviaria si estende sul territorio della regione Emilia-Romagna per circa 1.350 km, di cui circa 1.000 di competenza statale e più di 350 di competenza regionale, ed è costituita da:

- un asse portante che attraversa tutta la regione (da Nord-Ovest verso Sud-Est) collegando i maggiori centri urbani da Piacenza a Rimini;
- un asse perpendicolare al primo sulla direttrice Bologna-Padova;
- un asse sulla direttrice Firenze-Bologna-Verona;
- un insieme di altri percorsi disposti a pettine rispetto all’asse principale e orientati verso Ravenna e le regioni limitrofe (Liguria, Toscana, Lombardia e Veneto);
- due direttrici fondamentali che partono da Piacenza, una verso Milano e l’altra verso Alessandria-Torino

Aeroporti in Emilia Romagna


Il sistema aeroportuale regionale è costituito dai quattro nodi di Bologna, Forlì, Parma e Rimini, a cui si aggiungono le infrastrutture legate all’aeroportualità minore.

L’offerta aeroportuale dell’Emilia-Romagna risulta fra le più elevate a livello nazionale (circa un aeroporto ogni milione di abitanti). Gli aeroporti regionali sono inoltre inseriti in una densa rete di collegamenti stradali e ferroviari, tipica di un territorio snodo dei flussi Est-Ovest e soprattutto Nord-Sud.

Aeroporti civili
- Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale (BLQ) (LIPE)
- Aeroporto di Forlì-Ridolfi (LIPK)
- Aeroporto di Parma-Verdi (LIMP)
- Aeroporto di Rimini-Miramare/San Marino (LIPR) (anche militare)

Aeroporti minori
- Aeroporto di Ferrara-San Luca (LIPF)
- Aeroporto di Prati Vecchi di Aguscello (LIDV)
- Aeroporto di Ravenna (LIDR)
- Aeroporto di Modena-Marzaglia (LIPM)
- Aeroporto di Pavullo nel Frignano (LIDP)
- Aeroporto di Reggio Emilia (LIDE)
- Aeroporto di Lugo di Romagna (LIDG)


Potrebbe interessarti anche: