Come arrivare a Urbino?



 

Per i turisti che intendono fare un tour approfondito culturale d'Italia, Urbino è un must. La  città è fuori degli itinerari turistici tradizionali della regione delle Marche ed è difficile da inserire in itinerari, ma occupa un posto importante nella storia artistica d'Italia. Il Duca Federico da Montefeltro (1422-1482), capo militare, e patrono delle arti umanistiche, costruì un palazzo e ha mantenuto una corte famosa qui; uno dei più importanti dell'Italia del Rinascimento. L'attrazione turistica principale è il suo palazzo, che ospita la Galleria Nazionale delle Marche. Urbino ha lo status di patrimonio mondiale dell'UNESCO per la rappresentazione di  un pinnacolo di arte e architettura del Rinascimento, armoniosamente adattato al suo sito. Urbino è ancora orgogliosa della sua posizione colta ed è una città universitaria.

Urbino è una città piuttosto piccola, confinata da un paio di colline racchiuse all'interno di mura difensive, e non è difficile da raggiungere. Dalla porta d'ingresso (Porta Valbona) l'autobus si ferma a Borgo Mercatale, si può visitare un ufficio di informazioni turistiche sulla destra, o semplicemente proseguire a piedi per Via Mazzini a Piazza della Repubblica. Questo è un crocevia al centro di Urbino. Prendendo Via Vittorio Veneto, sulla destra, vi condurrà ad un altro ufficio informazioni turistiche - dove è possibile ottenere mappe e orari e verso il Palazzo Ducale. Nell'altra direzione Via Raffaello passa davanti la casa di Raffaello.

Il Palazzo Ducale è la principale attrazione turistica di Urbino. Il biglietto cumulativo è disponibile per questo e altri musei di Urbino; vale la pena acquistarlo se avete intenzione di visitare a fondo la città. Gli over 65enni e minori di 18 anni, come spesso accade in Italia, possono visitare il Palazzo Ducale gratuitamente. L'attuale ingresso principale del palazzo è sorprendentemente modesto; all'interno del cortile, invece, il visitatore comincia a gustare la grandezza della costruzione di Federico. Il suo nome appare in tutto il mondo: 'Federicus Urbini Dux' o semplicemente 'FE DUX', su pareti, camini e cornici delle finestre. Le sale del palazzo sono per lo più nude, anche alcune conservano frammenti di affreschi di corte.

Le porte decorate e caminetti sono un'indicazione dello splendore che la corte ducale avrebbe goduto. La sala meglio conservata del palazzo è lo studio privato del duca, un piccolo spazio segreto nel suo appartamento, che è splendidamente rivestito in legno intarsiato. L'arte nella galleria comprende la Flagellazione di Piero della Francesca, la vista di un vuoto Rinascimento 'Città Ideale' di Luciano Laurana, ritratto di Raffaello e opere di Guercino, Guido Reni e Orazio Gentileschi. Da non perdere il dipinto di Pedro Berruguete del brutto Federico, la lettura, con il suo giovane figlio. Il dipinto più famoso del duca, di Piero della Francesca, è ora nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

L'artista Raffaello Sanzio - meglio noto come Raffaello - è nato a Urbino, e il suo luogo di nascita è oggi un piccolo museo, la Casa Natale di Raffaello. Il padre di Raffaello fu pittore di corte di Federico e, ovviamente, un uomo di una certa caratura. La casa di famiglia è un edificio notevole con un interno interessante. E' stata acquistata nel XIX secolo con il sostegno finanziario di una nobile di Londra  ed è stata mantenuto abbastanza nuda, con alcune opere d'arte minori e copie di dipinti di Raffaello alle pareti. E' una buona occasione per vedere una casa di città storica, probabilmente poco è cambiato dal momento in cui Raffaello vi risiedeva. Si noti che il museo è chiuso per diverse ore durante la giornata.

In un vicolo di fronte al Palazzo Ducale, dietro la chiesa di San Domenico, è presente un affresco della Madonna, che può essere visto attraverso una parete di vetro del XV secolo. Ci sono affreschi più emozionanti, anche se, nell'Oratorio di San Giovanni, in Via Barocci. I dipinti risalgono al 1416 e sono opera dei fratelli Jacopo e Lorenzo Salimbeni. Gli affreschi sono belli e affascinanti, e illustrano la crocifissione e scene della vita di Giovanni Battista, tra cui il suo battesimale dei fedeli, la sua morte, e il lutto che portano il suo corpo senza testa.

Alcune delle più belle viste su Urbino si possono avere dalla parte superiore del pendio di fronte al Palazzo Ducale. Un piccolo parco pubblico è qui presente: il Parco della Resistenza, un bel posto per sedersi per un pic-nic o uno spuntino al piccolo bar e ammirare la vista sui tetti di Urbino. Il parco è a fianco della Fortezza Albornorz, fortezza difensiva di Urbino, e ci sono ingressi da Viale Buozzi, fuori le mura, e da Via dei Maceri, che si dirama in cima della ripida via Raffaello.

Altri luoghi di interesse a Urbino includono il Duomo, in stile neoclassico, e le Grotte di sotto: sorprendentemente grandi cappelle scavate nella roccia. Il biglietto per le cappelle sotterranee comprende l'ingresso al Museo Diocesano, un piccolo museo Religioso. C'è anche un museo della città, e un giardino botanico di via Bramante.


mappa Urbino





Raggiungere Urbino in treno


Le stazioni consigliate sono Pesaro (se si viaggia da nord) o Fano (se si viaggia da sud). Se si viaggia da Roma, la stazione più vicina è Fossato di Vico-Gubbio che è circa a due ore di treno dalla capitale. Da Fossato, tuttavia, ci sono alcuni collegamenti bus e taxi piuttosto costosi (circa 65 €) per cui vi consigliamo di arrivare a Pesaro cambiando i treni alla stazione di Falconara Marittima.

Da Roma in treno: Se arrivate all'aeroporto di Roma Fiumicino, prendere il treno navetta Leonardo Express. La navetta parte dalla stazione dell'aeroporto ogni 30 minuti e raggiunge Roma Termini, direttamente in 35 minuti. I biglietti costano 14 € a tratta e possono essere acquistati allo sportello o presso i distributori automatici nella hall della stazione. C'è anche un bus navetta.

Non ci sono collegamenti ferroviari diretti tra Roma e Urbino. Pertanto, è necessario recarsi in Pesaro o Fano, e da lì raggiungere a Urbino con l'autobus. Il viaggio da Roma Termini a Pesaro è lunga tra 3 e 4 ore.


Raggiungere Urbino in aereo


- Aereoporto di Ancona-Falconara (km 85), con partenze e arrivi per Roma e Milano (al mattino, nel pomeriggio ed in serata).

- Aeroporto Roma Fiumicino
·  dall’aeroporto si può prendere il treno Leonardo Express Roma Fiumicino – Roma Termini (stazione ferroviaria) e da lì il treno per Pesaro.

· dall'aeroporto si può prendere il treno FS Roma Fiumicino – Roma Tiburtina, di fronte alla Stazione da Piazza Tiburtina si può prendere il bus per Urbino.


Raggiungere Urbino in auto


· da Roma (km 267) lungo la Via Flaminia o per l’autostrada A1 uscita Orte, poi E45 Uscita Perugia (Km 101) e prendere direzione Gubbio (Km 67);
· da Firenze (km 190) lungo la Val d'Arno o per l’autostrada A1 uscita Arezzo (Km 110), poi prendere per San Sepolcro e poi prendere la strada di Bocca Trabaria;
· da Bologna (km 175) lungo la SS Adriatica oppure autostrada adriatica A14 direzione Bologna - Taranto, uscita Pesaro Urbino;
· da Pesaro (km 35) lungo la SS 423;
· da Arezzo (100 Km) E78 – SS 73 bis fino San Giustino -E78 - SS 73 bis (Passo di Bocca Trabaria). Ad Urbania proseguire per SS 73 bis (16 Km)
· da Ancona (km 95) lungo la SS Adriatica o autostrada adriatica A14 direzione Bologna, uscita Fano oppure uscita Pesaro Urbino; oppure E78 – SsS3 direzione Roma - Urbino Proseguire E78 – SS 73 bis per Urbino (12 Km)
· da Fano (km 45) lungo la superstrada Fano-Grosseto e la SS 73 bis




Potrebbe interessarti anche: