Come arrivare a Corato?



 

 Corato è un comune in Italia. Si trova nella provincia di Bari in Puglia, nel sud-est Italia. Fondata dai Normanni, divenne proprietà di Alfonso V, re d'Aragona, alla fine del 15° secolo, e successivamente passò alla famiglia Carafa. La caratteristica principale del centro storico, che è circondato da edifici moderni, è la chiesa romanica. E' una città gemella di Grenoble, in Francia, dove molti Coratini emigrarono durante il ventesimo secolo.

Lo stemma di Corato è composto da quattro torri e un cuore. Le quattro torri sono state costruite nel Medioevo da Roberto il Guiscardo, un guerriero normanno chiamato a difendere Corato dagli attacchi del nemico. C'è il cuore perché la parola italiana "cuore"  è simile al nome Corato: sotto di essa vi è una frase latina che significa "cuore senza macchia di tradimento" che è stato dedicato al popolo di Corato da Corradino di Svevia.

Il municipio di Corato è stato costruito nel 16° secolo e all'inizio era un monastero. In questo monastero vi erano monaci, ma quando questo ordine fu soppresso nel 1866 il monastero divenne un municipio.  Il Duomo è la chiesa più antica del Corato insieme con la chiesa di San Vito. Il Duomo è stato costruito nel 12° secolo. Il suo stile è romanico ed è caratterizzato da semplicità ed essenzialità. Sul portale ci sono statue di Gesù Cristo, la Vergine e San Giovanni Battista.

Palazzo De Mattis è stato costruito nel 15° secolo. La sua caratteristica è la pietra con punta di diamante che copre il primo piano del palazzo. All'angolo possiamo vedere l'emblema dei Patroni Griffi, una famiglia aristocratica che possedeva questo palazzo. L'emblema rappresenta un grifone e una mano che tiene un ancoraggio.

Palazzo Catalano è stato costruito nel 15° secolo. Tra il piano terra e il primo piano c'è un cornicione decorato da scene di caccia. Sotto il balcone possiamo vedere un'epigrafe che ricorda il maestro Catalanus. In un angolo ci sono gli elementi più importanti di questo palazzo: i volti umani che avevano il potere di inseguire le avversità.

Il Museo era la prigione della città ed è stato costruito nel 1903. La prigione ha una struttura quadrata suddiviso in nove camere (celle detenuti), che oggi ospitano numerose testimonianze della storia di Corato. Il museo presenta due sezioni: una sezione storico-archeologica e una sezione antropologica. In tutte le camere ci sono pannelli informativi e alcuni CD che riproducono i suoni tipici di un periodo storico o di un'attività agricola.

mappa Corato





 
Raggiungere Corato in auto



Autostrada A14 (Bologna-Taranto)
Autostrada "A14" Uscita Trani. Poi, proseguire per 5 km in direzione "Corato" (sarete sulla strada provinciale SP 238)

Autostrada 16 BIS (Foggia-Bari)
Autostrada "16bis" uscita a Trani Centro. Poi prendere la direzione "Corato". Proseguire per 12 km sulla SP 238 autostradale SP231 (Foggia-Bari). Autostrada SP231 (precedentemente nota come SS 98) Uscita Corato.


Raggiungere Corato in aereo


L'aeroportopi vicino è l'aeroporto internazionale di Bari Palese.  (Si consiglia di non volare a Brindisi, troppo distante da Corato, a meno che non sia proprio necessario).  Una volta all'aeroporto di Bari Palese, è possibile noleggiare una macchina, o arrivare a Corato in treno.

Una volta arrivati  fuori dell'aeroporto, seguire le indicazioni per l'autostrada BIS (Foggia-Bari). Dovrete guidare in direzione di Foggia. Dopo 35 km, uscita Trani Centro, e quindi seguire le indicazioni per Corato.


Raggiungere Corato in Treno


Da qualsiasi zona in Italia (ad esempio da Milano, Roma, Bologna o Napoli, etc.) è possibile prendere un treno per Bari Centrale.

Una volta a Bari, uscire dalla stazione, a piedi, e tieni la a sinistra. Troverai l'ingresso delle Ferrovie del Nord Barese.

Potrai acquistare un biglietto al bar a sinistra, in stazione, e poi fare strada per raggiungere il piano inferiore, dove i treni partono. Prendi il primo treno in direzione Barletta e Andria. Scendi alla stazione di Corato.




Potrebbe interessarti anche: