Come arrivare a Santa Maria di Leuca?



 

Santa Maria di Leuca, spesso scritto semplicemente Leuca, è una frazione del comune di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce, sud Italia. Una parte della città un tempo apparteneva al Comune di Gagliano del Capo.

Santa Maria di Leuca è famosa per il faro iconico. Con la sua altezza di 47 metri, e la posizione a 102 metri sul livello del mare, è il secondo faro più importante in Italia, dopo Genova. Accanto al faro è presente il grande Santuario, o Basilica, De Finibus Terrae ("fine della terra", 1720-1755), costruito per commemorare il passaggio di San Pietro qui durante il suo viaggio in Italia. Il santuario si trova sul primo sito di un tempio romano dedicato a Minerva. L'edificio ha una struttura fortificata, e durante la sua esistenza ha retto a diversi assalti di pirati algerini. Nello stesso sito, una colonna corinzia è stata eretta nel 1939 per celebrare la costruzione dell'Acquedotto Pugliese. La basilica è collegato alla porta attraverso una scala a 284 scalini.

Il promontorio di Punta Meliso (l'antica lapygium Promontorium o Sallentinum) è l'estremità sud-est d'Italia - tradizionalmente considerato il punto più basso del "tacco" geografico della penisola italiana, così come il punto di incontro delle acque dal Mar Adriatico e del Mar Ionio. Ma a Leuca è presente un altro promontorio denominato Punta Ristola che si contende questa particolarità geografica. Secondo Google Earth, Punta Ristola, a 39 ° 47 '22.96 "N, si trova a circa 440 metri a sud di Punta Meliso, a 39 ° 47' 37.73" N.

Dopo la seconda guerra mondiale la città ha ospitato sopravvissuti all'Olocausto ebraico per due anni (1946-1948), dando loro calda ospitalità.

Da ottobre 2006 il suo territorio fa parte del Parco regionale "Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase". Il litorale di Santa Maria di Leuca è caratterizzato da numerose grotte con iscrizioni greche e latine. Anche famose sono le sue ville patrizie del 19° secolo (c. 43 in numero).

Non lontano Punta Ristola, a c. 85 m di profondità, si trova il relitto del sommergibile italiano Pietro Micca, affondato durante la seconda guerra mondiale con il suo equipaggio di 58 uomini.

Secondo la leggenda, la città prende il nome da "Leucasia", una bellissima sirena bianca (in greco "Leukos" significa "bianco"), che ha conquistato marinai e contadini con la sua voce affascinante. Secondo una leggenda la Vergine Maria, ha una volta salvato alcune barche da una tempesta, e il suo nome è stato così aggiunto a quello di Leuca.

Santa Maria di Leuca è stata fondata, infatti, nei primi anni del 1° secolo dC da alcuni monaci, dopo il passaggio di San Pietro. Una croce è stata costruita in suo onore e, dopo alcune ristrutturazioni, è ancora lì presente.


mappa Santa Maria di Leuca





 
Raggiungere Santa Maria di Leuca in treno


In treno si raggiunge il Salento lungo la direttrice adriatica (Milano-Bologna-Pescara) o attraverso la Roma-Caserta; arrivato alla stazione ferroviaria di Lecce può essere utilizzato un autobus che vi porterà a Santa Maria di Leuca. In caso contrario, è possibile utilizzare treni locali fino a Gagliano del Capo, continuando poi in autobus fino a Santa Maria di Leuca. (Per ulteriori informazioni www.salentointrenoebus.it)


Raggiungere Santa Maria di Leuca in aereo


In aereo potrete raggiungere il Salento facendo scalo a Brindisi, dove potrete scegliere di attendere l'autobus che collega l'aeroporto con il centro di Lecce o noleggiare un'auto; Se si sceglie la prima opzione si può andare a Santa Maria di Leuca in autobus, oppure è possibile utilizzare treni locali fino a Gagliano del Capo, da dove si può prendere un autobus per Santa Maria di Leuca.


Raggiungere Santa Maria di Leuca in auto


Venendo da nord, percorrere la A14 fino a Bari, proseguendo verso sud lungo la superstrada Bari - Lecce. Una volta raggiunta Lecce lungo la s.s. 16 Adriatica fino a Santa Maria di Leuca




Potrebbe interessarti anche: