Come arrivare al Giardino di Boboli?



 

Il Giardino di Boboli è un parco a Firenze, che ospita una collezione di sculture che vanno dal 16° al 18° secolo, con alcune antichità romane.

I giardini, dietro Palazzo Pitti, la sede principale dei Medici granduchi di Toscana a Firenze, sono alcuni dei primi e più noti giardini all'italiana formale risalenti al 16° secolo. Il giardino in stile metà del 16° secolo, come è stato sviluppato qui, incorporato più sviluppi assiali, ampi viali di ghiaia, un notevole elemento costruito in pietra, l'impiego di statue e fontane, e una proliferazione di dettagli, coordinati in semi spazi di servizio e pubblici che sono stati informati da accenti classici: grotte, templi giardini e simili.

L'apertura del giardino, con una visione espansiva della città, è stato non convenzionale per i suoi tempi. I giardini erano molto ricchi, considerando che non è stato consentito l'accesso al di fuori della famiglia dei Medici, e non abbia mai avuto luogo nei giardini alcuna festa e spettacolo di intrattenimento.


La Fontana del Nettuno
Nella collina sopra l'anfiteatro è presente una doppia rampa, che porta alla Fontana del Nettuno. La caratteristica principale è un grande bacino con una statua centrale in bronzo di Nettuno (1565-1568) di Stoldo Lorenzi. Questa fontana è stata in costruzione contemporaneamente con più la famosa controparte, Fontana dell'Ammannati di Nettuno, all'angolo di Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria, nel centro di Firenze. La presunzione qui ricorda la storia del concorso di Athena e Nettuno di essere clienti di Atene. In quella leggenda, Nettuno ha colpito la terra con il suo tridente facendo sgorgare l'acqua dalla terra. Più in alto sulla collina è presente una statua dell'Abbondanza (Dovizia). 


L'Isolotto
Andromeda si erge sopra l'Isolotto centrato nella sua piscina: la crescita della pianta rigogliosa e naturalistica è uno sviluppo del 19° secolo.

L'Isolotto è un'isola di forma ovale in uno stagno quasi alla fine dell'asse del Viottolone alternativo. Nel centro dell'isola è presente la Fontana dell'Oceano, mentre nel fossato circostante, ci sono statue di Perseo e Andromedae (scuola del Giambologna). L'Isolotto è stato disposto (circa 1618) da Giulio e Alfonso Parigi.

Giardino di Boboli





Come raggiungere il Giardino di Boboli


All'interno del Giardino di Boboli è abbastanza facile perdersi tra i teatri, i caffè, fontane e stradine. Quindi, come si fa a orientarsi per essere sicuri di vedere le cose più importanti, senza il rischio di perdersi?

Cominciamo dall'inizio: Soprattutto è possibile accedere al Giardino di Boboli di almeno tre ingressi: da Palazzo Pitti, dal Forte Belvedere e dall'ingresso Porta Romana. Il biglietto di ingresso sia da Palazzo Pitti che da Forte Belvedere costa 7 euro, mentre l'ingresso da Porta Romana costa di 10 euro.

Con un biglietto è possibile accedere al Giardino di Boboli, il Museo degli Argenti, il Museo delle Porcellane, alla Galleria del Costume, e il Giardino Bardini. Ma è anche possibile acquistare un biglietto completo che è valido per tre giorni e che permette di visitare anche tutti i musei del Palazzo Pitti.

Il Giardino di Boboli apre alle 8:15 del mattino e gli orari di chiusura variano a seconda della stagione (tra le 16:30 in inverno e 19:30 in estate). 

Raggiungere il Giardino di Boboli in Autobus: Autobus - D da Piazza Stazione a Piazza Ferrucci, Direzione Ferrucci 01 impiega circa 15 Minuti per Raggiungere il Giardino di Boboli Dalla Stazione centrale di Firenze. 

Raggiungere il Giardino di Boboli a Piedi:
Dalla Stazione di Santa Maria Novella a Palazzo Pitti il percorso è di circa 1,5 km. Il tempo di percorrenza a piedi sarà di circa 25/30 Minuti. Usciti dalla stazione vi troverete nel Piazzale della Stazione di Firenze, superando la chiesa di Santa Maria Novella, dovete procedere lungo via Panzani per 300 metri fino all'incrocio con via dei Bianchi colomba e imboccate Via De Rondinelli e subito dopo via De' Tornabuoni per circa 350 metri Fino arrivare al Ponte di Santa Trinità. Continuate diritto per 40 metri Fino ad Imboccare Via dello Sprone, la percorrete tutta per 200 metri fino a via de Guicciardini, girate a destra e dopo 50 metri Siete in Piazza de Pitti, giunti a destinazione al Giardino di Boboli

Raggiungere il Giardino di Boboli in Taxi:
Il servizio dei taxi, é gestito da diverse grandi compagnie perciò le tariffe possono cambiare leggermente é quindi consigliabile leggere attentamente le informazioni circa il prezzo della corsa all'interno del taxi o chiedere la tariffa al taxista prima di iniziare la corsa




Potrebbe interessarti anche: