Come arrivare a Vipiteno?



 

Vipiteno è un comune in Alto Adige nel nord Italia. E' il centro principale dell'Alta Valle Isarco meridionale e il fiume Isarco scorre attraverso la città medievale.

Re Enrico I, conte del Tirolo, concesse un sigillo, simile a quello attuale, raffigurante un pellegrino storpio con un bastone e il rosario sopra l'aquila tirolese, questo è apparso come uno stemma 30 agosto 1328. Nel 1524, il pellegrino è indicato come un monaco sopra l'aquila tirolese.

Le principali attrazioni di Vipiteno sono:

Parrocchia "Nostra Signora di Marsh": La Parrocchia è la più grande chiesa tra Verona e Monaco di Baviera, è stata costruita dal 1417 al 1451. L'altare gotico, lavoraton ilegno da Hans Multscher di Ulm, è di 12 metri di altezza ed è stato completato nel 1458. La chiesa fu in seguito ampliata 1497-1525 da Hans Lutz. Nel 1753, la chiesa venne modificata in stile barocco, con dipinti di Adam Molckh e l'altare gotico rimosso; attualmente l'altare è in mostra presso il Museo Multscher.

Chiesa di Santo Spirito: è la più antica chiesa gotica in città. Costruita nel 1399, nello stesso edificio principale del vecchio ospedale, si trova nella piazza della città; la navata è dipinta a fresco da Giovanni di Brunico (1402).

Cappella di Santa Elisabetta: fa parte del Deutschhaus ed è stata costruita in stile barocco nel 1729-1733 da Giuseppe Delai. Ha una pianta ottagonale con un settore rettangolare con l'altare e il coro. Gli affreschi della cupola che rappresentano il santo patrono e lo stemma  dell'Ordine Teutonico furono dipinti da Matthäus Günther.

Kapuzinerkirche: La chiesa è stata costruita nel 1636 ed è stata consacrata l'anno successivo da Santa Maria Maddalena; ha un abside rettangolare e una cappella laterale dedicata all'Immacolata Concezione. L'immagine nella nicchia sulla facciata rappresenta il patrono ed è opera del 17° secolo. Le pale dell'altare presumibilmente furono dipinte da Josef Renzler nel 1800 circa e rappresentano Santa Maria Maddalena con San Francesco e Sant'Antonio; sugli altari laterali sono raffigurati San Felice e Sant'Antonio da Padova.

Chiesa di Santa Margherita: L'attuale chiesa fu costruita su iniziativa del vescovo Paolino Mayr nei primi mesi del barocco tirolese sul progetto di Peter Delai nel 1678. La vecchia chiesa, menzionata per la prima volta nel 1337, è stata restaurata e ampliata tra il 1459 e il 1463 in stile gotico. Nel 1678, è stata completamente demolita, ricostruita, e consacrata nel 1681. Il campanile è staccato dalla chiesa e proviene dalla chiesa precedente, nel 1624, la torre romanica fu demolita e costruita l'attuale. La facciata è stato ispirata al Rinascimento con le caratteristiche finestre tripartite palladiane. Nelle nicchie sono poste le sculture lignee di Santa Margherita e di Sant'Agnese e sopra il portale è presente un affresco raffigurante l'Ultima Cena. 

Torre delle Dodici:  è un'alta torre di 46 m. eretta nel 1470, è il simbolo della città e divide la Città Nuova dalla Città Vecchia. Un incendio nel 1867 distrusse la guglia originale, che è stata sostituita con il tetto merlato esistente.

Municipio: Costruito nel 1468-1472 in tardo gotico stile, mentre, la "Erker" angolare è stata aggiunta nel 1526. Nel patio è presente un altare di pietra romana, dedicato al Signore e una pietra miliare dell'Imperatore Settimio Severo; Nello stesso periodo la strada militare è stata completata nel 200 dC

Città nuova (Neustadt): È la strada principale nel centro storico della città, con edifici costruiti dopo il 1417, tra i secoli 14 e 15, quando la città era prospera con il commercio e le miniere d'argento nella vicina Val Ridanna e la Val di Fleres.

Castello Reifenstein: Al di fuori della città è il Castello di Reifenstein, uno dei castelli medievali meglio conservati della provincia.

Secondo il censimento del 2011, il 73.64% della popolazione parla tedesco, 25,95% italiano e il 0,41% ladino come prima lingua. 

Vipiteno è a sede del Festival di Musica Orfeo, un famoso evento di musica classica 

Vipiteno è sede del gruppo Leitner, un settore internazionale, un produttore di sistemi di cavi, battipista, veicoli cingolati multiuso, sistemi per la ferrovia urbana chiamati minimetrò, e turbine eoliche. 

Mappa di Vipiteno





Raggiungere Vipiteno in treno


I treni fermano alla stazione ferroviaria di Vipiteno. Per maggiori informazioni su orari e partenze per Vipiteno vi consigliamo di visitare il sito di Trenitalia. Una volta che siete alla stazione ferroviaria prendere un taxi per l'hotel o il Citybus, servizi eseguiti dalle 6:00 alle 19:00


Raggiungere Vipiteno in aereo


Non ci sono mezzi diretti per Vipiteno dagli aeroporti di Innsbruck (50 km) e Bolzano (75 km). Vi consigliamo di prendere un taxi o noleggiare una macchina e seguire le istruzioni riportate per arrivare in auto.


Raggiungere Vipiteno in auto


Vipiteno si trova lungo la autostrada A22 (Modena - Brennero), 75 km da Bolzano. Dalla A22 (nei pressi di Verona - Brennero), seguire le indicazioni per Brennero - Austria per circa 150 chilometri. Passare Rovereto, Trento e Bolzano. Poi dirigersi verso Vipiteno (45 minuti) proprio nel centro della città, in Piazza Città.




Potrebbe interessarti anche: