Come arrivare a Spoleto?



 

Spoleto è un'antica città della provincia di Perugia nella zona centro orientale dell'Umbria su un promontorio dell'Appennino. Si trova di 20 km a Sud di Trevi, 29 km a Nord di Terni, 63 km a Sud Est di Perugia; 212 km a Sud Est di Firenze; e 126 km a Nord di Roma.

Tra le cose più importanti da vedere a Spoleto segnaliamo:

• Il teatro romano, in gran parte ricostruito. Il palcoscenico è occupato dalla ex chiesa di S. Agata, che attualmente ospita il Museo Archeologico Nazionale.

Ponte Sanguinario, un ponte romano del 1° secolo aC. Il nome è tradizionalmente attribuito alle persecuzioni dei cristiani nel anfiteatro vicino.

• Una casa romana restaurata con pavimenti a mosaico, che indica che è stata costruita nel 1° secolo, e si affacciava sulla piazza del Foro. Un'iscrizione da Polla a Caligola suggerisce che la casa era quella di Vespasia Polla, madre dell'imperatore Vespasiano.

Anfiteatro romano (2° secolo). E' stato trasformato in una fortezza da Totila nel 545 e in epoche medioevali è stato utilizzato per i negozi, mentre nella cavea è stata costruita la chiesa di San Gregorio Minore. Le pietre sono state successivamente utilizzate per costruire la Rocca.

• Il Palazzo Comunale (13° secolo).

Ponte delle Torri, un sorprendente acquedotto del 13° secolo, probabilmente su fondamenta romane: se sia stata costruita dai romani è un punto su cui è diviso il parere degli studiosi.

• La maestosa Rocca Albornoziana, costruita nel 1359-1370 dall'architetto Matteo Gattapone di Gubbio per il cardinale Albornoz. Ha sei torri robuste che formavano due spazi interni distinti: il Cortile delle Armi, per le truppe, e il Cortile d'Onore per l'utilizzo del governatore della città.

Il Palazzo Racani Arroni (16° secolo) ha una decorazione a graffito attribuito a Giulio Romano. Il cortile interno ha una fontana notevole.

Palazzo della Signoria (14° secolo), che ospita il museo della città.

• Il maestoso Palazzo Vigili (15° 16° secolo) comprende la Torre dell'Olio (13° secolo), l'unica torre della città medievale rimanente a Spoleto.

Tempietto del Clitunno si trova tra Spoleto e Trevi

Duomo (Cattedrale) di S. Maria Assunta: La costruzione del Duomo iniziata intorno il 1175 è stata completata nel 1227. L'edificio romanico ospita la tomba di Filippo Lippi, che è morto a Spoleto nel 1469, progettato da suo figlio Filippino Lippi. La chiesa ospita anche una lettera manoscritta da San Francesco d'Assisi.

San Pietro extra Moenia: Questa chiesa fu fondata nel 419 per ospitare le catene presunti che un tempo legavano San Pietro. E' stata costruita su un'antica necropoli. La ricostruzione è stata fatta dal 12° secolo al 15° secolo, quando fu aggiunto una notevole facciata romanica Nel 17° secolo l'interno, avendo una pianta basilicale con tre navate e una cupola ellittica, fu rifatta in stile barocco.

Basilica di San Salvatore: Questa chiesa del 5° secolo incorpora la cella di un tempio romano ed è uno dei più importanti esempi di architettura paleocristiana. E' stata rifatta dai Longobardi nel 8° secolo. Nel 2011, è diventata un patrimonio mondiale dell'UNESCO;

San Ponziano è monastero e 12° secolo, la chiesa romanica in piedi fuori dalle mura della città, dedicata al patrono di Spoleto. La chiesa è stata modificata nei secoli successivi da Giuseppe Valadier. La cripta, tuttavia, è rimasta intatta, con le sue cinque piccole navate e piccole absidi con volta a crociera, colonne antiche spolia romane e affreschi dei 14° 15° secolo.

Santa Maria della Manna d'Oro, ex santuario costruito in pianta ottagonale di fronte alla piazza del Duomo. Putativamente eretta dai mercanti della città per ringraziare la Madonna per aver risparmiato la città dal saccheggio da parte dell'esercito imperiale nel 1527. Attualmente sala espositiva.

San Domenico (13° secolo) è una costruzione gotica in pietra bianca e rosa. L'interno ha affreschi notevoli e una tela di Giovanni Lanfranco. 

San Gregorio Maggiore (11° 12° secolo), è una chiesa romanica, che è stata restaurata per linee originali solo in tempi recenti. La facciata presenta un portico del 16° secolo, che comprende la Cappella degli Innocenti (14° secolo). La caratteristica esterna principale è l'alta torre campanaria, terminata solo nel 15° secolo. L'interno è a tre navate con colonne e pilastri spolia.

L'ex chiesa dei Santi Giovanni e Paolo è un edificio romanico con, sul lato esterno, un affresco del 13° secolo raffigurante Madonna con i Santi. Gli affreschi interni, dal 13 al 15 secolo, sono alcune tra le più antiche rappresentazioni del martirio di San Tommaso Becket, da Alberto Sozio, e di San Francesco.

Basilica di Sant'Eufemia (12° secolo), un esempio lampante di architettura romanica con influenze Lombardia e Veneto. L'interno è a tre navate con colonne spolia.

San Paolo inter vineas (10° secolo) è una tipica chiesa romanica spoletina. La sua caratteristica principale è il rosone della facciata.

L'ex chiesa e il convento agostiniano di San Nicolò (1304) è un raro esempio di stile gotico a Spoleto. La piccola chiesa è a navata unica con una splendida abside poligonale con bifore. Sotto l'abside vi è la chiesa di Santa Maria della Misericordia. Ci sono due chiostri, quella più recente di pertinenza del 15° secolo.

San Filippo Neri è una costruzione barocca di metà del 17° secolo, progettata dal Loreto Scelli.

Sant'Ansano è una chiesa del 18° secolo costruito in cima ad edifici più antichi, tra cui un tempio romano di 1° secolo e la Cripta medievale di San Isacco. Ha un chiostro del 16° secolo.

Il Festival dei Due Mondi  è stata fondato nel 1958. Spoleto era una piccola città, dove immobili e altri beni e servizi erano ai tempi relativamente poco costosi, e anche perché erano presenti due teatri al coperto, un teatro romano e molti altri spazi, è stato scelto da Gian Carlo Menotti come sede per un festival delle arti. E' anche abbastanza vicina a Roma, con buoni collegamenti ferroviari. Si tratta di un importante evento culturale, che si tiene ogni anno a fine giugno-inizio luglio.

Il festival si è sviluppato diventando una delle più importanti manifestazioni culturali in Italia, con un programma di tre settimane di spettacoli di musica, teatro e danza. Da qualche tempo è diventato un punto di riferimento per  moderne mostre di scultura e opere d'arte.

mappa Spoleto





 
Raggiungere Spoleto in treno


Collegamenti diretti da Roma via Orte, in 1h20 su 5 treni Eurostar e circa 1h45 su 12 treni regionali. Da Milano, 6h10 su Intercity e 5h15 via Firenze sulla Freccia Rossa.

Altri tempi di percorrenza (circa): 4h Bologna, Firenze 3h15, Napoli 3h, Torino 8h30, 6h45 Venezia.


Raggiungere Spoleto in aereo


L'aeroporto più vicino è quello di Perugia "San Francesco d'Assisi", con voli giornalieri per Milano Malpensa e con frequenza variabile a Londra e Tirana. I collegamenti per Spoleto sono possibili in taxi e autonoleggio.

La migliore alternativa è Roma Fiumicino, con il trasferimento a Spoleto in treno (via Leonardo Express per Roma Termini).


Raggiungere Spoleto in auto


Arrivando da sud, Spoleto si trova a 60 km dal casello di Orte della A1: proseguire sulla SS3 Flaminia in direzione Terni e sulla SS395 in direzione Foligno. La distanza da Roma è di circa 150 chilometri.

Venendo da nord, è possibile uscire dall'autostrada A1 a Valdichiana e proseguire sulla E45 in direzione di Foligno, poi la SS75 e SS3, per un totale di circa 115 chilometri. La distanza da Milano è di circa 510 km.

I veicoli privati non sono ammessi nel centro di Spoleto. Diverse aree di parcheggio sono disponibili nelle vicinanze, con prezzi che vanno da 0,50 € all'ora a 40 € al mese. Informazioni su: Umbria Mobilità

Tempi medi di percorrenza:
Ancona – Spoleto: 2h 05m - 155 km
Firenze – Spoleto: 2h 15m - 210 km
Roma – Spoleto: 1h 50m - 145 km
Napoli – Spoleto: 3h 22m - 330 km
Milano – Spoleto: 5h 05m - 510 km 


Raggiungere Spoleto in taxi


- Radio Taxi tel. +39 0743 225809
- Piazza Polvani (Stazione ferroviaria) tel. +39 0743 220489
- Piazza Garibaldi tel. +39 0743 49990
- Piazza della Libertà tel. +39 0743 44548


Raggiungere Spoleto in autobus


Spoleto è servito da linee di autobus locali, e di altre città in Umbria, gestito dalla SSIT: S.S. Flaminia Km 127.700, tel. +39 0.743,212,201 mila. Informazioni su: Umbria Mobilità




Potrebbe interessarti anche: