Come arrivare a Forlì?



 

Fondata dai Romani nel II secolo aC come il Forum Livii all'incrocio della Via Consolare con la strada che porta alla Toscana, la città si trova nella parte orientale della Pianura Padana lungo la Via Emilia, a pochi chilometri dalle località balneari della costa adriatica (30-35 km) e ai piedi delle verdi colline dell'Appennino tosco-emiliano .

Forlì oggi ha ancora tracce significative del romanico e del Rinascimento, quando Caterina Sforza ha governato la città senza opposizione. La regione conserva anche una notevole presenza del ricco patrimonio dell'età del razionalismo degli anni Venti e Trenta.

È quindi una città d'arte; ma ha anche una grande università con facoltà di prestigio, l'aeroporto "Ridolfi" legato agli aeroporti nazionali e internazionali, un centro dedicato alla creatività dei giovani, dove si possono esplorare le frontiere della tecnologia applicata all'arte contemporanea.

Mappa di Forlì





Cosa visitare a Forlì


Nel centro storico, due strade principali di origine romana sono ancora riconoscibili, divisa in quattro strade principali: Mazzini, Garibaldi, Diaz e della Repubblica, che convergono in Piazza A. Saffi. Alcuni degli edifici più emblematici di epoche diverse si trovano lì: la Basilica romanica di San Mercuriale con l'imponente campanile originale del 12° secolo; il Palazzo Comunale, risalente al XIV secolo e ricostruito più volte, con la Torre Civica (o la torre dell'orologio), il Palazzo del Podestà e Palazzo Albertini del 15° secolo, siti di reperti interessanti e il secolo Palazzo delle Poste del 20° secolo, un esempio di architettura del "Ventennio" (1920-1930), visto anche in tracce significative negli edifici di Viale della Libertà e Piazzale della Vittoria, vicino alla stazione ferroviaria.

La città è stata sotto il dominio della famiglia Ordelaffi per circa due secoli, durante i quali Forlì è stata arricchita con palazzi nobiliari che si possono ammirare passeggiando per le vie del centro storico, in particolare Corso Garibaldi e Via P. Maroncelli. Pino Ordelaffi III è responsabile della fortificazione della rocca di Ravaldino (completata nel 1480, ora intitolata a Caterina Sforza).

Da segnalare anche l'architettura barocca di due prestigiosi monumenti, che sono stati recentemente restaurati: la Chiesa del Suffragio, come si entra Piazza Saffi, e non lontano, la Chiesa di San Filippo Neri, in via G. Saffi.

Forlì è una meta piacevole per tutto l'anno. Durante l'estate, soprattutto durante la mostra "Piazze d'Estate", la città si anima con molte attività culturali che consentono di "vivere e respirare" il centro storico con la concessione di accesso ai luoghi normalmente non visitabili, e migliorare la bellezza artistica, anche negli angoli più sconosciuti della città.

Merita certamente una visita è il nuovo complesso museale di San Domenico, nel cuore del centro storico. Sito della parte più antica della Pinacoteca, è un catalizzatore per i visitatori grazie alle prestigiose mostre tenute in questi ultimi anni, da Palmezzano a Silvestro Lega, G. Cagnacci e Canova. Il complesso si trova la casa del famoso Ebe di Canova.

La città di Forlì è facilmente percorribile a piedi, qui si riportano i principali luoghi e monumenti da visitare:

- Abbazia di San Mercuriale
- Albero della Chiarezza
- Cafe Degli Artisti
- Casa Museo Villa Saffi
- Casa Palmeggiani
- Cattedrale Di Santa Croce
- Chiesa San Pellegrino
- Chiesa del Carmine
- Chiesa della Santa Trinità
- Chiesa di San Filippo Neri
- Chiesa di Sant'antonio Abate in Ravaldino
- Chiesa di Santa Lucia
- Chiesa di Santa Maria del Fiore
- Chiesa e Monastero del Corpus Domini
- Gelateria La Cremeria
- Gelateria le Vele
- Musei San Domenico
- Museo Ornitologico Ferrante Foschi
- Museo Romagnolo del Teatro
- Oratorio di San Sebastiano
- Palazzo Albertini
- Palazzo Del Vecchio Collegio Aeronautico
- Palazzo Paulucci
- Palazzo Romagnoli Forlì
- Palazzo del Merenda
- Palazzo del Monte di Pietà
- Palazzo del Podesta`
- Parco Urbano Franco Agosto
- Parco della Resistenza
- Piazza Aurelio Saffi
- Pieve Di Santa Maria in Acquedotto
- Pinacoteca Civica Melozzo degli Ambrogi
- Porta Schiavonia
- Puntadiferro Centro Commerciale
- Rocca di Ravaldino
- Santuario Santa Maria Delle Grazie Di Forno
- Torre Nera Forli
- Torre Numai
- Villa Carpena - Villa Mussolini
- Viroli dal 1982 il Gelato


Raggiungere Forlì in treno


Stazione ferroviaria di Forlì, linea adriatica; collegamenti con treni Intercity a tutte le principali città. (www.trenitalia.it).


Raggiungere Forlì in aereo


Forlì è collegato ad un paio di destinazioni nazionali e internazionali attraverso l'aeroporto L. Ridolfi, di solito pubblicizzato come "Bologna Forlì".

Voli da e per Forlì sono di solito gestiti da compagnie a basso costo come Ryanair e Windjet.


Raggiungere Forlì in auto


A14 ( Bologna - Bari - Taranto ), "uscita Forlì", a 65 km da Bologna, 82 Km da A1 (Milano - Napoli) svincolo, a 8 km dalla superstrada E45 (Roma - Ravenna), a 130 km da Ancona.




Potrebbe interessarti anche: